L’attività  integrativa e caratterizzante dell’indirizzo in per la Società dell’Informazione offre un percorso di formazione di eccellenza che arricchisce e completa il tradizionale piano di studio degli studenti dei corsi di laurea triennale e di laurea magistrale in ambito ICT della Scuola Politecnica e di ICT, Matematica e Fisica della Scuola di Scienze MFN mirata a sviluppare negli Allievi competenze in ambito gestionale e in ambito tecnico-scientifico con un forte orientamento all’innovazione e alla multidisciplinarietà unitamente a esperienze internazionali e contatti diretti con le aziende.

La partecipazione all’attività integrativa e caratterizzante dell’indirizzo STSI è obbligatoria per gli Allievi dell’indirizzo e aperta agli Allievi degli altri Indirizzi. Un numero limitato di posti è disponibile su prenotazione per persone interessate esterne alla Scuola Superiore IANUA-ISSUGE.

L’attività integrativa e caratterizzante dell’indirizzo STSI nel biennio del Percorso di Livello Magistrale è organizzata nei seguenti moduli didattici (quattro per anno) che si tengono di norma durante il secondo semestre dei corsi accademici ordinari:

Programma:
Parte I – Le tecnologie, i prodotti ed il sottosistema segnalamento (configurazione, integrazione e prova)
1.1 Illustrazione del sistema e del progetto a Vita Intera (dalla concezione dei requisiti alla Manutenzione post collaudo e garanzia). Focus sui soggetti coinvolti e sulle fasi di sviluppo.
1.2 Le tecnologie, i prodotti ed il sottosistema segnalamento con particolare focus sugli strumenti di simulazione, progettazione, configurazione, integrazione e prova (sede e campo).
Verifica: Verrà chiesto agli allievi la progettazione di massima di un ambiente di simulazione/prova o diagnostica coerente ed applicabile a quanto descritto nella parte teorica.
Parte II – Metodologie e Normative per lo Sviluppo di SW e Sistemi
2.1 Sviluppo Prodotti – Organizzazione e Procedure in accordo con gli Standard Europei:
Panoramica sul sistema di segnalamento ferroviario: l’importanza della sicurezza nel passato come oggi nella progettazione di impianti ferroviari. Come un’azienda si organizza per rispondere al meglio alle esigenze di mercato e agli standard europei di sicurezza. Focalizzazione della metodologia di applicazione degli stessi nella progettazione/realizzazione di un prodotto ferroviario.
2.2 Metodi Formali – Introduzione, Classificazione ed Applicazione. Cenni su Test di Modulo
Panoramica sui metodi formali e sulla necessità di utilizzo. Descrizione dell’applicabilità, test di modulo ed applicazione nel contesto di progettazione e sviluppo di prodotti ferroviari.

1° Responsabile: Prof. Maurizio Mazzuchelli
2° Responsabile: Prof. Sebastiano Serpico
Dipartimento di afferenza: DITEN
Settore Scientifico Disciplinare: ING-IND/32

Obiettivi Formativi:
Nell’era dell’informazione qualunque sistema o dispositivo genera una qualche forma di dato per scopi diagnostici o di analisi. Il corso dettaglia le tecniche di base per la raccolta, l’immagazzinamento, l’elaborazione e l’analisi dei dati allo scopo di trasformare il costo di gestione in un valore aggiunto per le aziende attraverso casi di studio da piccole e grandi aziende attive nel settore.
Contenuti:
– Costruire un’infrastruttura adatta alla gestione dei dato
– Visualizzare i dati per trasformarli in conoscenze
– Il ruolo dei dati nell’industria 4.0: ottimizzazione e automazione dei processi
– Il ruolo dei dati nel problema della sicurezza informatica
– I dati nel mondo dei trasporti: dalle infrastrutture fisiche ai servizi
– Social media marketing: il valore aggiunto dalle opinioni diffuse dai clienti

1° Responsabile: Prof. Luca Oneto
2° Responsabile: Prof. Sebastiano Serpico
Dipartimento di afferenza: DITEN
Settore Scientifico Disciplinare: ING-INF/05

Programma:
I Lezione: Marketing e Comunicazione in ambito b2b:
– Il concetto di comunicazione di impresa, i relativi canali e gli strumenti atti a potenziare l’efficacia e l’efficienza della comunicazione a supporto del raggiungimento degli obiettivi di marketing e fatturato.
– Descrizione dell’organizzazione della comunicazione in una struttura corporate, processi basilari di comunicazione integrata, marketing communications e customer communications.
– Il ruolo, le attività e l’organizzazione della funzione di marketing all’interno di una azienda quotata in borsa e posizionata su un mercato di tipo Business to Business. Processi di base suddivisi nelle fasi di analisi e valutazione del mercato e di decisione strategica ed operativa.
II Lezione: Attività di sviluppo del business
– Le definizioni e i concetti che stanno alla base di attività quali la vendita complessa, il ciclo di vendita (sales cycle), l’account plan, la strategia competitiva, l’analisi dell’organizzazione cliente.
III Lezione: Marketing tecnico: comunicazione b2b per e sui prodotti:
– L’attività di marketing tecnico, il suo ruolo in azienda. L’attività presso gli standard internazionali. Enti Istituzionali in Italia e le relative attività con le Aziende.
L’insegnamento sarà supportato da una serie di case study aziendali.

1° Responsabile: Prof. ssa Nicoletta Buratti
2° Responsabile: Prof. Sebastiano Serpico
Dipartimento di afferenza: Economia/DITEN
Settore Scientifico Disciplinare: SECS-P/08

Programma:
– I Lezione: La gestione della conoscenza in azienda: definizioni, framework, strumenti
Inquadramento teorico: classificazioni della conoscenza, fonti della conoscenza, processi aziendali di creazione e gestione della conoscenza. I concetti introdotti saranno illustrati attraverso esempi da casi di studio reali.
– II Lezione: La gestione della conoscenza in una grande azienda hi-tech: iniziative intraprese, ostacoli e best practices
L’intervento ha l’obiettivo di evidenziare le problematiche di gestione della conoscenza in realtà di grandi dimensioni, distribuite a livello globale in settori ad alta intensità di conoscenza e di tecnologia. Il caso risulta particolarmente interessante in quanto l’azienda in esame rappresenta l’integrazione in un grande gruppo di aziende molto diverse tra loro con storie ed eredità culturali e industriali di vario tipo. Elementi questi che rappresentano oggettivamente una ricchezza da valorizzare, ma la cui armonizzazione in un contesto unificato risulta essere una sfida di carattere organizzativo, gestionale e tecnologico per chiunque affronti il tema della gestione della conoscenza interna.
III Lezione: Strumenti tecnologici per la gestione della conoscenza e la collaborazione in azienda
Soluzioni tecnologiche all’avanguardia per la gestione della conoscenza esplicita in azienda (contenuti, documentazione di progetto, software e risorse online…). Casi applicativi derivanti dalla lunga e variegata esperienza del docente su questi temi.

Responsabile: Prof. ssa Silvia Massa
Dipartimento di afferenza: DIME
Settore Scientifico Disciplinare: ING-IND/35

1. Cyber Security: La Sicurezza delle Informazioni: Vulnerabilità, Minacce e Contromisure: 1. Vulnerabilità e Minacce nel Cyber-Space: una panoramica (Hacking, intrusioni automatizzate); 2. Cenni sulle debolezze dei Sistemi Operativi e del protocollo TCP/IP. La Definizione di un Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni: 1. I tre aspetti costitutivi della Governance: Area Tecnologica, Area Organizzativa ed Area Legale; 2. Le Contromisure per garantire Integrità e Riservatezza: Difesa Perimetrale, Content Filtering, Hardening, IPS/IDS, VPN, Identity Management e Log Correlation; 3. Esempio pratico di difesa reti/sistemi da malware Conficker tramite Firewall. La Cyber Security nel Web 2.0 e oltre: OSINT e Social Networks: 1. Tecniche e metodologie per estrazione di informazioni e conoscenza da dati non strutturati; 2. Open Source Intelligence; 3. Analisi ed estrazione delle informazioni da Social Networks.
2. Internet of Things

Responsabile: Prof. Rodolfo Zunino
Dipartimento di afferenza: DITEN
Settore Scientifico Disciplinare: ING-INF/01

– Biomedical data science nel mondo delle imprese (Sofia Mosci e Andrea Schiappacasse (camelot)- 4h)
– Data analytics nei centri di ricerca sanitari (Ulrich Pfeffer – 2h e Andrea Petretto – 2h)

Obiettivi Formativi:
Nell’ultimo decennio, la biologia e la medicina hanno subito una radicale trasformazione graze all’avvento di tecnologie avanzate che consentono di misurare con precisione grandi quantitàdi variabili. Inferire nuova conoscenza biomedicale da una tale mole di dati è la sfida aperta per i data scientist. Il corso ambisce a illustrare le domande tipiche in questo campo e fornire una panoramica dei metodi statistici e computazionali allo stato dell’arte.Â
Contenuti:
– Introduzione ai dati high-throughput: normalizzazione. Analisi di dati di espressione genica e problema dell’identificazionione di gene signatures. (Ulrich Pfeffer (smartino) – 2h)
– Introduzione alla proteomica (Andrea Petretto (IGG) – 2h)
– Metodi di machine learning per variable selection. (Giuseppe Jurman (FBK) – 4h)
– Biomedical data science nel mondo delle imprese (sofia mosci & andrea schiappacasse (camelot biomedical systems srl) – 4h)

Responsabile: Prof. ssa Annalisa Barla
Dipartimento di afferenza: DIBRIS
Settore Scientifico Disciplinare: INF/01

Leadership
Comunicazione efficace
Career development
Vision-Stategy-Plan-Execution

Responsabile: Prof. ssa Teresina Torre
Dipartimento di afferenza: Economia
Settore Scientifico Disciplinare: SECS-P/10

1. Qualità e Impresa (M. Bonometto – 4h): Obiettivi della Qualità: la centralità del cliente; qualità come dimensione organizzativa, culturale, manageriale. Quando e perché Qualità: qualità come strategia competitiva nei mercati maturi / complessi; come implementare una strategia di Qualità. Come si realizza la Qualità in azienda: la qualità nei processi aziendali; mappatura, misurazione, miglioramento dei processi; alcuni strumenti: carte di controllo, diagramma causa-effetto, brainstorming, ecc.
2. Innovazione e imprenditorialità (M. Vanzi – 4h): Innovazione e imprenditorialità innovativa; percorsi metodologici alla creazione di nuova impresa; la business idea, il business model e il business plan; modelli di finanziamento dell’impresa innovativa.]
3. Impresa 4.0

Responsabile: Prof. Giovanni Lombardo
Dipartimento di afferenza: DIME
Settore Scientifico Disciplinare: ING-IND/35