L’indirizzo in Studi Umanistici e Patrimonio Culturale si pone in relazione alla crescente attenzione che, negli ultimi decenni, è stata dedicata in tutto il mondo alla valorizzazione e alla preservazione del “patrimonio culturale” inteso, secondo la più recente concezione, nel significato ampio di eredità sia di beni materiali, sia di elementi immateriali, sia di aspetti naturali. L’indirizzo ISUPAC fornisce una formazione innovativa con l’obiettivo di formare figure in grado di rapportarsi con l’ampia gamma di attività scientifiche correlate ormai al campo della conservazione del patrimonio culturale.

Andrea Aveto

DIRAAS, UNIGE

Serena Bertolucci

Palazzo Reale di Genova

Mauro Letterio

DAFIST, UNIGE

Letterio Mauro è Professore Ordinario di Storia della Filosofia presso la Scuola di Scienze Umanistiche dell’Università di Genova.
Fa parte del collegio docenti del Consorzio FINO, dottorato in Filosofia, è vice direttore del DAFIST (Dipartimento di antichità, filosofia, storia), vice coordinatore del Corso di Laurea magistrale in Metodologie filosofiche e membro del Consiglio della Scuola di Scienze umanistiche. È membro del Comitato scientifico di diverse collane e riviste. È socio corrispondente dell’Accademia Ligure di Scienze e Lettere.
Le sue ricerche hanno approfondito varie tematiche, tra cui la teologia filosofica occidentale, analizzata in alcune figure particolarmente significative, il ruolo della musica all’interno della enciclopedia del sapere tra XIII e XVI secolo, il difficile rapporto tra la Chiesa e il pensiero cristiano dell’Ottocento, con particolare attenzione alle vicende che hanno condotto alla condanna dell’opera filosofica di Vincenzo Gioberti, il pensiero di Edith Stein e il suo concetto di Bildung: la riflessione filosofica e teologica di Bonaventura da Bagnoregio.
Si occupa di tematiche relative al pensiero politico, affrontate alla luce della riflessione contemporanea (con particolare attenzione a quella di Edith Stein, Jacques Maritain, Hannah Arendt). Ha curato il volume Social Cohesion and Human Rights. Reflections on the Contemporary Society, FrancoAngeli, Milano 2017) e ha collaborato alla preparazione del Dizionario bonaventuriano (Edizioni Francescano, Padova 2008).

Lauro Magnani

Coordinatore DIRAAS

Lauro Magnani, professore ordinario, insegna Storia dell’arte moderna e Storia dell’arte moderna dei paesi europei. La produzione pittorica e scultorea tra XVI e XVIII secolo, i rapporti tra artista, committente e pubblico, l’iconografia religiosa, la lettura degli spazi abitativi dell’aristocrazia costituiscono le linee della sua ricerca. Autore di una monografia su Luca Cambiaso (1995) è stato tra i curatori delle mostre dedicate al pittore negli Stati Uniti a Austin, a Genova e in Germania tra 2006 e 2007. Ha affrontato l’attività di artisti come Puget, Barocci, Correggio, Rembrandt, Caravaggio, con pubblicazioni in diversi paesi europei. Nell’ambito dei numerosi studi sull’immagine di soggetto religioso ha recentemente curato (2016) un volume della rivista Archivio italiano per la storia della pietà, dal titolo Immagine, meditazione, visione. Sul tema dei giardini storici ha pubblicato nel 1987 una monografia – Il tempio di Venere – giunta alla III edizione. Summer Fellow presso il Dumbarton Oaks di Washington (1997), presso l’Istituzione americana tornò nel 2001 e per collaborare nel 2006 all’International Forum on Garden City di Wuhan, in Cina. Dagli anni Settanta ha preso parte al dibattito sui temi della tutela del patrimonio culturale. In questa prospettiva ha curato diversi volumi dedicati alle sedi storiche dell’Università di Genova. Tiene insegnamenti anche per le Lauree magistrali di Digital Humanities e di Elettronica e con i colleghi della Scuola politecnica ha sperimentato l’utilizzo di tecniche informatiche applicate allo studio dei beni culturali. E’ Direttore della Scuola di Specializzazione in beni storico artistici.

Lara Nicolini

DAFIST, UNIGE

Lara Nicolini è Professore Associato di Letteratura Latina presso l’Università di Genova, è stata a lungo Ricercatore presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove ha tenuto annualmente i corsi di Propedeutica al latino universitario e seminari per il corso di Letteratura Latina. I suoi principali interessi sono la lingua e la grammatica latina, e la letteratura di età tarda. A parte qualche incursione nella letteratura cristiana e alcuni lavori dedicati al Commentario di Calcidio al Timeo di Platone, ha rivolto la sua attenzione soprattutto ad Apuleio, autore a cui ha dedicato moltissimi contributi, tra cui un dettagliato commento a un’ampia sezione sezione del romanzo (La novella di Carite e Tlepolemo, Napoli 2000), una traduzione completa corredata da note e da un denso saggio introduttivo (Apuleio, Le Metamorfosi, Milano 2005 ), e un volume monografico sull’etimologia e i giochi di parole (Ad (l)usum lectoris: giochi di parole in Apuleio, Bologna 2011). Ha collaborato al progetto di ricerca guidato da Gian Biagio Conte che ha portato alla realizzazione di una nuova edizione critica dell’Eneide di Virgilio per la Bibliotheca Teubneriana Latina. Il suo lavoro più recente è, insieme ad altri studiosi di varia provenienza, il volume di commento al libro XI delle Metamorfosi (Apuleius Madaurensis, Metamorphoses, Book XI, Text Introduction and Commentary, Leiden – Boston 2015). Al momento lavora su aspetti dell’influenza ovidiana nell’opera di Apuleio (con articoli e contributi testuali solo in parte già pubblicati), e ad un’edizione critica delle Metamorfosi di Apuleio. È membro dell’équipe europea dei GCA (Groningen Commentaries on Apuleius) e del Collegio del Dottorato di Scienze dell’antichità dell’Università di Genova.

Micaela Rossi

DLCM, UNIGE

Micaela Rossi è professore associato di Lingua e traduzione francese presso il Dipartimento di Lingue e Culture Moderne dell’Università degli Studi di Genova. Specialista in lessicografia di apprendimento e di didattica del lessico in lingua materna e lingua straniera (si veda la pubblicazione Imparare dai bambini, realizzata con Grazia Biorci e Lucia Ferlino, edita da Compagnia dei Librai, 2003), ha in seguito focalizzato i suoi interessi di ricerca sull’analisi delle terminologie specializzate, sul ruolo dell’analogia e della metafora nella creazione di neologismi tecnici e sulla didattica della terminologia nella formazione a distanza via internet. Nell’ambito degli studi terminologici, Micaela Rossi è membro fondatore del CERTEM (Centro di ricerca in terminologia multilingue) dell’Università di Genova; ha pubblicato diversi saggi sulle lingua di specialità e la traduzione specializzata, tra i quali si segnala la recente monografia In rure alieno. Métaphores et termes nomades dans les langues de spécialité (Peter Lang, 2015). Fa parte dal 2003 del corpo docente del Master in traduzione Masterf@rum, per il quale si occupa del modulo di insegnamento in terminologia, insegnamento che assicura inoltre per il Master in traduzione specialistica del Consorzio ICON.

Filippo Dalli Cardillo

Rappresentante degli Allievi

Filippo Dalli Cardillo, laureato a Genova in Filosofia nel 2016, è il rappresentante degli allievi dell’indirizzo ISUPAC. Allievo ISSUGE dall’a.a. 2014-2015, attualmente sta proseguendo il percorso di studi nel corso di laurea magistrale “Metodologie filosofiche” con curriculum antropologico-culturale. Sta studiando con un particolare interesse le culture “altre” e le possibilità della comunicazione interculturale ed è impegnato in tal senso come educatore presso il centro giovanile Don Bosco di Sampierdarena.

Possono accedere all’indirizzo gli studenti dell’Università di Genova dei seguenti Corsi di Studio:

Percorso di Primo Livello

Filosofia
Scienze umane dell’ambiente, del territorio e del paesaggio (Interateneo con Università di Milano)
Lettere
Lingue e culture moderne
Teorie e tecniche della mediazione interlinguistica
Scienze del turismo: impresa, cultura e territorio
Storia
Conservazione dei beni culturali

Percorso di Livello Magistrale

Metodologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali
Letterature moderne e spettacolo
Informazione ed editoria
Lingue e letterature moderne per i servizi culturali
Metodologie filosofiche
Scienze storiche
Storia dell’arte e valorizzazione del patrimonio artistico
Digital Humanities – Comunicazione e nuovi media
Traduzione e interpretariato